La puttana

Avete presente quando vi vengono le voglie? Quel determinato momento in cui una semplice macchiolina si espande e comincia ad assillarvi finché non la soddisfate.

La stessa cosa succede a me ogni giorno, quella macchiolina nasce improvvisamente durante il giorno e io devo assecondarla per mantenere un perfetto equilibrio fisico e mentale.

Nulla di strano fino a qua.

Nulla di strano nemmeno in quello che andrò a raccontare, se strano non risulterà ai vostri occhi. In ogni caso sarò solo un vostro capriccio considerarlo tale.

Come accennavo poco fa, ogni giorno un desiderio mi inonda da capo a piedi: il desiderio di scopare qualcuno.

Non mi interessa se sia un estraneo, se sia una persona con la quale sto intrattenendo una relazione, un amico o un’amica.

Io devo scopare.

Tuttavia il sesso vaginale lo trovo noioso, l’unico modo per soddisfare quella macchiolina è praticare anal.

In città hanno iniziato a chiamarmi la “puttana”, ormai il mio cellulare è intasato da messaggi e telefonate inopportune, mi insultano, mi deridono, mi vogliono anche loro.

Quando il sesso è slegato dalle emozioni viene visto negativamente, connotato di una carica che rifiuta il suo piacere in quanto azione fine a se stessa, tuttavia anelato morbosamente.

In questo modo si entra in un vortice innaturale, probabilmente artificioso: da semplice persona divento la “puttana”, il peso degli altri viene scaricato su di me.

Così è più facile, no?

E io in parte sono felice perché riesco a giungere a quell’appagamento che altresì mi sarebbe precluso. Tutto il resto del curriculum della vita viene cancellato e in caratteri cubitali viene sostituito da “LA PUTTANA”.

Questa è l’etichetta che mi hanno affibbiato, la “puttana dell’anal”.

Se vuoi sperimentare io sono qui, ma non sono solo questo.

Sicuramente non ti interesserà sapere che posseggo una laurea in giurisprudenza, che posso correre 12 km in 40 minuti, che amo coltivare frutta e verdura nel mio piccolo giardino, e altre cose noiose della vita che potrebbero accomunarmi a tutti.

Tu vuoi chiedermi: “Erich ogni giorno devi essere penetrato da dietro o devi penetrare da dietro per stare bene con te stesso?”

La risposta è che vuoi avere il mio numero per conoscermi e soddisfare quel lato di te che rimarrebbe tabù, che rimarrà tabù perché non uscirà dalla mia stanza.

338567…

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...